Percorso 16 km

Il percorso da 16 km nel tratto iniziale ricalca il tracciato della 10 km. Parte quindi da località Vajont, sulla sponda est del ponte Campelli, passa per Dogna e attraversa la forra del Vajont lungo il “ponte-tubo”.

Ma nel punto in cui il percorso più breve comincia a scendere, un bivio permette di salire fino a raggiungere la quota delle gallerie aperte della strada provinciale della Val Cellina. Il tracciato così si lascia alle spalle il territorio longaronese per entrare in Friuli. Attraverso le aperture delle gallerie è possibile osservare l’imponente arco descritto dalla diga sulla forra, e alle sue spalle la massa della frana e i lastroni di scorrimento del monte Toc.

Il percorso della 16 km attraversa quindi il coronamento della diga su una passerella d’acciaio posta a 260 metri di altezza dal fondo della gola, per poi ripiegare e tornare sulla destra orografica attraversando la frana del Toc.

A questo punto il tracciato sale fino a raggiungere l’abitato di Casso prima di uscire nuovamente sulla valle del Piave e scendere lungo il “Troi de Sant’Antoni”, antica via di comunicazione perdonale tra il piccolo borgo friulano e il bellunese, fino a ricongiungersi sopra Codissago con il percorso della 9 km.

Iscriviti

Difficoltà
Media
Dislivello
530 m
Distanza
16 km
Partenza
Ore 09:15
Altimetria
Mappa